sacra_spina

La Sacra Spina

Pubblicato il Pubblicato in Storia

                                                                        La Famiglia d’Avalos e l’insigne reliquia dellasacra_spina Sacra Spina.

La reliquia della Sacra Spina è di particolare devozione ed interesse perché appartenente alla corona di Spine di N.S. Gesu Cristo. La Sacra Spina è legata direttamente alla famiglia d’Avalos e, in modo particolare, a Francesco Ferrante d’Avalos che, in coincidenza con il Concilio Ecumenico Tridentino (1545-1563), quale delegato del re di Spagna Filippo II, ebbe in dono la Spina con bolla del Pontefice Pio IV che ne certificava la donazione straordinaria. La bolla papale, purtroppo, andò distrutta in un incendio divampato nella notte del 14 giugno 1645. Miracolosamente, la Sacra Spina rimase indenne grazie alla temerarietà di uno schiavo turco che, sfidando coraggiosamente le fiamme, riuscì a raggiungere la nicchia, ove la Spina era custodita, e a portarla in salvo ricevendone, come premio, la libertà. Tale evento, ritenuto prodigioso, è raffigurato in una tela ad olio del 1857, situata sulla volta della navata centrale ed eseguita dal vastese Andrea Marchesani. La festa della Sacra Spina, venerata dai fedeli con immutato fervore e dedizione, si celebra il venerdì antecedente la Settimana Santa, giorno in cui la reliquia viene portata dall’Arcivescovo diocesano in solenne processione per le vie della città.

Il privilegio della donazione alla chiesa di S. Maria Maggiore di Vasto fu possibile grazie al marchese d’Avalos che la donò alla sua chiesa parrocchiale.